Tassi di interesse negativi: possono stimolare l’economia?

Molti investitori sono preoccupati per l’impatto dei tassi di interesse negativi sull’economia. La Federal Reserve ha pensato di aumentare il tasso di interesse che paga sui prestiti. Se ciò accadesse, sarebbe un grave contrattempo per l’economia. Possono stimolare l’economia?

La risposta è che probabilmente peggioreranno le cose e questo perché in alcuni casi i tassi di interesse sono già stati tagliati di molto. Se i tassi di interesse risalgono, causeranno ancora più problemi all’economia.

Se i tassi di interesse rimangono alti, ci sarà meno denaro nell’economia. Questa è una cattiva notizia per le persone che pagano quei tassi di interesse. Alcuni istituti di credito, in particolare le banche, hanno già iniziato ad aumentare i tassi, ma questo non farà che aggravare il problema.

Oltre a provocare un impatto negativo sull’economia, i tassi di interesse negativi avranno anche un impatto significativo sui rating del credito. Ciò significa che le persone che prima erano considerate dei buoni mutuatari non saranno in grado di rifinanziare i loro prestiti.

Ciò causerà un problema a molte banche, che alla fine potrebbe danneggiare ulteriormente l’economia. Più soldi perdono sui prestiti, più devono rimborsare. Si stima che circa il sei percento dell’intero importo dovuto alla banca.

Oltre agli alti tassi di interesse, aumentano anche i costi del mutuo. Il prestatore che ha prestato il mutuo dovrebbe addebitargli un tasso di interesse più elevato per lo stesso importo del prestito. Dovranno infatti aggiungere le commissioni e altri oneri per non essere in grado di rifinanziare.

Anche se i tassi di interesse tornassero a essere prima, rimarranno alti per molto tempo. Le banche che stanno affrontando molte pressioni da parte dei loro clienti possono usarlo come motivo per aumentare il tasso.

Tuttavia, la Federal Reserve sembra pensare che sarà un problema e manterrà bassi i tassi di interesse per un po ‘. Quando aumentano i tassi, molto probabilmente saranno molto inferiori al livello attuale. e non causerà alcun tipo di danno all’economia.

Molti economisti non ci credono perché credono che sia una situazione temporanea che non durerà a lungo, a meno che non causi un grosso problema nell’economia, come una recessione. La recessione sarà qui prima che la recessione sia finita. A quel punto, le banche che hanno ancora molti prestiti non garantiti dovranno iniziare a rimborsare una parte del denaro.

I cattivi mutuatari, che devono così tanto, non saranno in grado di ripagare ciò che devono. e finiranno in tribunale fallimentare. In effetti, in un certo numero di stati, il fallimento è diventato un modo molto comune per le persone di uscire dai debiti.

Tuttavia, c’è un altro motivo per cui la recessione non durerà troppo a lungo. – perché il sistema bancario verrà chiuso almeno per i prossimi due anni.

Si stima che il governo aumenterà i tassi di interesse così in alto da non essere in grado di continuare a tenere il passo con il crescente costo della vita. Ciò significa che il governo compenserà le mancate entrate prendendo in prestito il denaro che le banche addebiteranno ai loro mutuatari.

Il governo prenderà anche in prestito denaro a interessi molto bassi e lo utilizzerà per ripagare tutti i debiti esistenti che le banche avevano prima e poi abbassare i tassi fino a dove erano prima. Di conseguenza, ci si può aspettare che l’economia venga stimolata dai tassi di interesse. – almeno i primi due anni.

SKYE STOCK BROKERS in Italia